Digitalkids

Videogiochi, siti, libri, reti sociali, incontri per vivere in famiglia l'era digitale

Eventi

Freestyle pc: e il bambino naviga senza rischi

FreestylePcForKids1g.r. – Un uovo di Colombo: una chiavetta usb che si collega alla porta del pc e schiude un “giardino” in cui un bambino può aggirarsi senza rischi e, invece, divertendosi con scoperte e stimoli positivi.

Si chiama  Freestyle pc e lo si deve a Stefano Tagliabue, fondatore di Freestyle Pc for Kids, un progetto informatico per bambini, dai 3 ai 10 anni su ciò si possono trovare maggiori informazioni qui. Sul sito si può anche acquistare la chiavetta direttamente).

Si tratta di un sistema operativo (basato su Linux) personalizzato per i più piccoli, “inserito” in una chiavetta USB. La chiavetta si inserisce nel pc, il sistema parte, e poi si estrae quando si vuole smettere di usarla (e il pc torna esattamente come prima). In questo modo, quando si inserisce la chiavetta, i bambini possono trovare su qualsiasi pc dei propri genitori un ambiente digitale in cui muoversi e sperimentare.
Tagliabue ha dedicato due anni al progetto, con un’insegnante e una psicologa, e lo ha lanciato ufficialmente un paio di mesi fa.
A testimoniare quanto l’iniziativa sia interessante, in un mese e mezzo sono giunti circa mille ordini dall’Italia (e dal Canada, Belgio, Olanda, UK, Svizzera, Germania e Francia), senza investimenti pubblicitari.
All’interno della chiavetta si trovano 400 giochi e percorsi educativi, una suite “Office” per bambini, un browser sicuro e un’area dedicata all’apprendimento della lingua inglese.

Quali materie? Lo studente le sceglie con un videogioco

VALLARINO-Marco-203x300g.r. – Marco Vallarino è, da lungo tempo, un pioniere e un maestro nel campo dei videogiochi made in Italy: o, almeno, di quella particolare categoria costituita dalle “avventure testuali”: labirinti narrativi in cui ci si muove dialogando con il proprio pc. Storie come Darkiss e Ayon hanno appassionato migliaia di persone. Chi voglia saperne di più può partire dal sito di Vallarino: http://www.marcovallarino.it.

Ma veniamo alle novità. Qualche settimana fa, nel liceo Marconi di Imperia, Vallarino ha presentato un videogioco progettato e realizzato insieme a un gruppo di studenti: nel link qui accanto un articolo informativo La Repubblica – Genova.

Gli ho chiesto di raccontarlo in breve ed ecco la sua risposta:

Si tratta di una avventura testuale (ovviamente!) illustrata da una
ricca documentazione fotografica, che permette di visitare la scuola
in maniera interattiva e sottoporsi ad alcuni test attitudinali di
elettronca, meccatronica, informatica, meccanica, idraulica,
eccetera... per permettere di scoprire eventuali interessi per le
materie che si insegnano al Marconi.

L'opera si rivolge in particolare agli studenti di terza media che
devono decidere come proseguire gli studi e le prove proposte variano
dalla riparazione di un termosifone al cambio dell'olio di un motore
di un'auto, dalla realizzazione di un circuito stampato alla
programmazione di un chip, fino all'assemblaggio di un piccolo robot.

Una bella iniziativa messa a disposizione gratuitamente nella scuola tramite pc, smartphone e tablet. A dimostrazione che esiste una “gamification” seria e promettente e che a volte le strade più semplici sono le migliori. Niente effetti speciali, qui, ma una visita piacevole e maieutica, per rivelare le inclinazioni personali dei giovani studenti.

 

Penso, quindi clicco. Seminario sull’uso consapevole di Internet, dei social media e dei videogiochi

ragazzi-al-computer-mods.g. – Come usare Internet al meglio, per trovare informazioni davvero utili e veritiere? E come partecipare in modo positivo alla vita nei social network e nei grandi videogiochi online? A queste domande si proponeva di rispondere un seminario organizzato dall’Associazione ex alunni dell’Itis e Lice scientifico delle scienze applicate Molinari in collaborazione con la sede di Milano dell’Aiart, associazione spettatori (www.aiart.org) e tenuto da Stefania Garassini (vicepresidente della sezione milanese dell’Aiart) e Giuseppe Romano, docenti di Comunicazione Multimediale all’Accademia Santa Giulia di Brescia e di Web Communication all’Università Cattolica di Milano e autori di questo blog. Il seminario, della durata di tre ore, si è rivolto a un pubblico di circa un centinaio di allievi dell’ultimo anno del Molinari. Il percorso è iniziato con una riflessione sull’attenzione e come usarla al meglio per navigare in rete, ed è proseguita con le strategie per valutare le informazioni trovate su Internet e stabilire se sono credibili.  I docenti hanno poi affrontato il tema dei social network e dei videogiochi, spiegando i meccanismi che creano il coinvolgimento dei giocatori e soffermandosi su alcuni consigli di “netiquette” per riuscire a gestire la meglio il mondo online e offline.

“Internet-patia”: una ricerca dell’Aiart

internetpatias.g. – Giovedì, 6 novembre, a partire dalle 9, si terrà nell’Aula Giulio Cesare, in Campidoglio a Roma, un convegno di presentazione dei risultati della ricerca sull’”Internet-patia” condotta dall’Associazione Spettatori Aiart. Tra gli interventi della giornata ci saranno quello di Monsignor Nunzio Galantino, segretario nazionale della Cei, del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e di Federico Tonioni, autore della prefazione del volume e responsabile dell’ambulatorio dipendenze da internet del Policlinico Gemelli di Roma. Il libro, con i risutati della ricerca,  è costituito da cinque capitoli che affrontano l’insorgere della dipendenza, la predisposizione e le  azioni di prevenzione di contrasto. Sarà possibile seguire l’evento in streaming collegandosi al portale di Roma Capitale.

Un interessante articolo sull’argomento è uscito il 6 novembre su Avvenire a firma di Federico Tonioni.

Milano, tecnologie digitali per bambini al Museo diocesano di Milano

MUSEO DIOCESANO_CHIOSTROg.r. – Ho ricevuto questo invito che mi pare molto interessante e piacevole.
Al via venerdì 19 Il Chiostro dei bambini al Museo Diocesano di Milano: 3 giorni di arte e musica a misura di bambino con 40 laboratori gratuiti, giochi e spettacoli teatrali.
Domani in programma un confronto sul tema “Tecnologie digitali nella didattica museale per bambini”.
 

DA VENERDI’ 19 A DOMENICA 21 SETTEMBRE 2014

AL MUSEO DIOCESANO DI MILANO TORNA

 

IL CHIOSTRO DEI BAMBINI

Per tre giorni il Chiostro del Museo Diocesano si trasforma

in una fiera dell’arte e della cultura a misura di bambino

con 40 laboratori didattici di arte e musica gratuiti

 

Milano, settembre 2014. Il Museo Diocesano di Milano, da venerdì 19 a domenica 21 settembre 2014, presenta Il Chiostro dei bambini, la seconda edizione della fiera dedicata ai bambini dai 3 ai 14 anni e alla loro formazione. Continue reading “Milano, tecnologie digitali per bambini al Museo diocesano di Milano” »

Vendemmia per bimbi nell’Emilia verdiana: invito per famiglie

Nelle Terre Traverse dell’Emilia contadina di Giuseppe Verdi

tre week-end lunghi tra cultura ed enogastronomia

con al centro la Vendemmia dei bambini

 

Week-end 5-6-7, 12-13-14 e 26-27-28 Settembre 2014

 

Tra le attività del suo ricco calendario annuale di proposte culturali ed enogastronomiche intitolato Terra di Pianura. Questa terra è un’opera d’arte, l’Associazione culturale di aziende agricole Le Terre Traverse (www.terretraverse.it) propone – nel territorio verdiano del piacentino al confine con il parmense in cui il grande musicista visse tutta la vita – un’originale iniziativa dedicata alle famiglie: La vendemmia dei bambini.

Organizzata in collaborazione con Slow Food Piacenza presso l’Azienda agricola e agrituristica La Quercia Verde di Alseno nelle giornate di Domenica dei week-end lunghi del 5-6-7, 12-13-14, 26-27-28 Settembre, La vendemmia dei bambini si proporne, secondo Gianpietro Bisagni, Presidente delle Terre Traverse, “di avvicinare bambini e ragazzi, in particolare quelli che vivono in città, alla vita di campagna, da cui le nuove generazioni sono vieppiù escluse, proponendo loro di sperimentare, divertendosi, una delle più antiche e importanti attività del mondo contadino”.

Dopo una breve lezione in vigna sugli elementi base della viticoltura – che cosa sono pampini, cirri, tralci e vinaccioli, da dove vengono colore e tasso alcolico del vino e come si utilizzano gli “scarti” –, i ragazzi si metteranno all’opera con le apposite forbici, scegliendo i grappoli maturi, imparando a ripulirli dagli acini sciupati, a riporli senza danneggiarli nelle cassette sistemate tra i filari, a caricare queste ultime sui carri per il trasporto alla cantina, dove l’uva verrà scaricate nelle “navasse”, le vasche rettangolari per la pigiatura all’antica maniera, ovvero quella con i piedi, entusiasmante momento ludico collettivo, per concludere l’esperienza con il trasferimento del mosto nei tini. A seguire, gare, giochi, percorsi di equilibrio e attività avventura nel bosco attrezzato del’Agriturismo. Continue reading “Vendemmia per bimbi nell’Emilia verdiana: invito per famiglie” »

Ancora giochi e videogiochi al Fiuggi Family Festival

Fiuggi logoTornano anche quest’anno i videogiochi al Fiuggi Family Festival. giunto alle settima edizione e in programma nei prossimi giorni con un calendario fitto d’impegni (vedi www.fiuggigamilyfestival.org).

Ecco un comunicato che descrive più ampiamente il kids corner:

ALLA SETTIMA EDIZIONE DEL FIUGGI FAMILY FESTIVAL

ARRIVANO ANCHE I TRANSFORMERS

 

In attesa del quarto film, si festeggia il trentesimo compleanno dei robot-veicolo a suon di giocattoli, videogiochi, fumetti e cartoni animati. Ecco qualche ingrediente del Kids Corner.

 

Milano, luglio 2014 – Il Fiuggi Family Festival, in occasione della sua VII edizione prevista dal 19 al 26 luglio, inaugura il Kids Corner, un’area interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi. Tante le attività previste, a cominciare dal Transformers Time. Per celebrare il 30° anniversario e l’uscita del imperdibile film dedicato ai robot-veicolo più famosi al mondo, ogni giorno nell’area kids ci sarà davvero da divertirsi: dall’anteprima assoluta dei giocattoli tratti dal kolossal firmato Michael Bay, alle sfide con il nuovissimo videogioco, TRANSFORMERS: THE DARK SPARK. Continue reading “Ancora giochi e videogiochi al Fiuggi Family Festival” »

“Frontier”, l’universo in mano trent’anni dopo. Un videogioco formativo

Frontier elite

g.r. – Se l’immagine appare datata, è perché lo è: siamo nel 1983 e questo è uno scatto dal videogioco “Frontier: Elite”. Oggi sul Corriere Riccardo Meggiato traccia un sacrosanto panegirico del gioco e del suo ideatore David Braben (chi vuole lo legga qui). E’ uno dei videogiochi più visionari che siano mai apparsi: un universo interminabile dove c’è sempre un altro posto dove andare. La bella notizia è che ne avremo presto un seguito, dopo tanti anni di attesa.

A mio parere è anche un gioco profondamente educativo, perché chiama in causa quella parte di noi che è insieme compressione e scatto: raccogliere le risorse, spiccare il salto.

Kirby: una fiaba interattiva e una console meno nevrotica di tablet e smartphone

INVITO Nintendo[13]-1

g.r. – Sono stato invitato, oggi, a una conferenza stampa del videogioco “Kirby: Triple Deluxe”, per Nintendo 3DS. E’ stata l’occasione per ragionare sugli usi positivi dei videogiochi su questa console touch screen, messi in mano ai bambini. Ecco alcune considerazioni sul tema:

La “nuova alfabetizzazione” di Nintendo DS

 

Nel 2004 la console Nintendo DS ha guidato la “migrazione linguistica” verso il touch screen, di cui è stata la capofila. Oggi, dieci anni dopo, la stessa console apre quella che potremmo chiamare la “nuova alfabetizzazione” dell’interazione di qualità.

Infatti non tutti i touch screen sono uguali. Sebbene gli schermi di tablet e smartphone abbiano dilatato il mondo delle app e dei giochi touch screen a un enorme pubblico potenziale, le caratteristiche di utilizzo della loro interattività sono spesso frammentarie, compulsive e interrotte dalla compresenza di infinite e disparate sollecitazioni. Sono, in altre parole, strumenti affascinanti, ma poco adeguati ai ritmi di svago e di apprendimento dei più piccoli. Che li “rubano” volentieri a papà e mamma, per poi ritrovarsi immersi in un mondo che non è il loro. Continue reading “Kirby: una fiaba interattiva e una console meno nevrotica di tablet e smartphone” »

Interviste con Giuseppe Romano su Videogame e gamification

Giornalista, docente universitario, consulente di comunicazione aziendale, esperto in gamification

Giuseppe Romano

g.r. – Sul sito Aesvi, Associazione editori, sviluppatori videogiochi italiani, è apparsa una mia lunga intervista in seguito all’uscita del mio libro sui videogiochi e sulla gamification, Mass Effect. Chi vuole leggerla la trova qui: Intervista Aesvi.

Anche Mente locale mi ha intervistato, in previsione della mia partecipazione del 13 maggio al Dams di Imperia: Intervista Mente Locale

Digitalkids © 2013 Frontier Theme